Gloria in excelsis Deo

gloria_poggio_manifestoGloria in excelsis Deo è l’inno angelico per eccellenza, l’inno del Natale ma anche, per il suo significato profondo, l’inno pasquale per eccellenza.
E Gloria in excelsis Deo è anche il titolo del concerto che verrà presentato da Accademia Corale “Teleion” domenica 11 dicembre 2016, alle ore 17.15, presso la chiesa parrocchiale di Poggio Rusco (MN).

Lungi dall’essere un tradizionale concerto natalizio, il programma presentato si caratterizza per essere un vero e proprio percorso cristologico, dal canto gregoriano alla polifonia contemporanea, dal barocco al jazz. Un viaggio geografico e temporale tra differenti forme, stili ed epoche per apprezzare come l’inno del Gloria è stato pensato, rielaborato e cantato nel corso della storia della musica. Interpreti saranno la schola gregoriana “Matilde di Canossa”, il coro da camera “Gamma Chorus” e l’ensemble strumentale “Teleion”, tutti diretti dal maestro Luca Buzzavi.

Il concerto si terrà nella giornata internazionale della coralità (il World Choral Day) ed il ricavato dell’offerta libera andrà in favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia, grazie all’adesione all’iniziativa “1000 voci per ricominciare“. Al termine del concerto saranno offerti al pubblico caldarroste e vin brulé presso il Villaggio di Natale in Piazza San Francesco.

Tanti sono i motivi per non mancare, per cui… arrivederci a domenica 11 dicembre!

Scuola di Canto Gregoriano – Anno III

manifesto_scuola_2017La Scuola di Canto Gregoriano consiste in una serie di incontri di studio e di approfondimento del più grande patrimonio musicale e culturale europeo, nonché canto proprio della Chiesa Cattolica Romana. L’iniziativa, lanciata su scala nazionale, vanta patrocini prestigiosi e risponde ad una crescente richiesta di arte e bellezza alle quali l’associazione Accademia Corale “Teleion” ha risposto attivando varie iniziative tra cui giornate di studio e workshop a tema ed il Corso estivo di Canto Gregoriano.

Dopo il grande successo del I e del II Anno di Scuola, tale proposta – rivolta in modo particolare ai direttori di coro, agli organisti e ai cantori – si pone l’obiettivo di affrontare in modo sistematico e rigoroso le antiche fonti manoscritte del canto gregoriano, riservando però ampio spazio anche alla prassi esecutiva e alle esercitazioni di insieme.12540875_1114730841873363_7385413617100288942_n

Nel terzo anno di attività della Scuola, agli iscritti sarà data la possibilità di scegliere tra il I livello – corso di base tenuto dal m° Giorgio Merli -, il II livello – corso intermedio con il m° Angelo Corno come docente – ed il III livello, incentrato sull’approfondimento della semiologia e paleografia gregoriane, 12705637_1131241226888991_7806692644517071290_ncondotto dal m° Fulvio Rampi.
Al Canto Gregoriano sarà sì riservato il “posto principale” ma non sarà l’unico protagonista di questa Scuola, che viene così a differenziarsi da tutte le altre proposte nel panorama di corsi e workshop dedicati a questo canto. Ad arricchire il “piano di studi” e l’offerta formativa di questo Anno III, infatti, ci saranno un laboratorio di vocalità ed un workshop di modalità che affronterà il tema del passaggio tra la modalità gregoriana e quella della polifonia rinascimentale. I13307200_1194102057269574_7542964530989391264_nl corso avrà il suo culmine e termine nel canto della S. Messa nella VI Domenica di Pasqua da parte della Schola di tutti gli allievi, diretta dal m° Fulvio Rampi; durante tale celebrazione sarà eseguito anche uno dei brani polifonici oggetto di studio nel corso di modalità.

I docenti saranno:
m° Fulvio Rampi (III livello ed esercitazioni corali), docente di Prepolifonia al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, organista, direttore del noto ensemble specialistico “Cantori Gregoriani” e del coro polifonico “Sicardo” di Cremona;
m° Angelo Corno (II livello), membro dei Cantori Gregoriani;
m° Giorgio Merli (I livello), membro dei Cantori Gregoriani;
m° Roberto Spremulli (Vocalità), membro dei Cantori Gregoriani;
m° Paolo Tonini Bossi (Modalità tra gregoriano e polifonia rinascimentale), docente di Composizione al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, direttore di coro, compositore e saggista .

Collaboreranno come cori laboratorio durante i vari incontri e la celebrazione conclusiva i “Cantori Gregoriani” e la Schola Gregoriana “Matilde di Canossa”.

Tutti gli incontri si terranno in giorno di sabato, dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.45, una volta al mese, da gennaio a maggio 2017, per un totale di 5 incontri, presso i locali adiacenti la chiesa di S. Abbondio in Cremona secondo il seguente calendario:
21 gennaio – 18 febbraio – 18 marzo – 22 aprile – 20 maggio 2017.

Sono previste 7 ore di lezione per incontro, dunque complessivamente 35, la quota di iscrizione sarà di 100 euro e al termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Novità: l’iscrizione alla Scuola di Canto Gregoriano da quest’anno sarà ancora più semplice: a questo link potrete trovare il form da completare.

Tutti i dettagli, il programma orario e le informazioni logistiche sono disponibili nella brochure disponibile a questo link oppure contattando la Segreteria dell’Accademia via mail accademiacoraleteleion@gmail.com o al numero 370-3153785 (lun-ven, 18-20).

La storia della Scuola di Canto Gregoriano:
Anno I (gennaio-maggio 2015)
Anno II (gennaio-maggio 2016)

L’Epifania in Canto Gregoriano – Il testo si fa suono

il testo si fa suono 2016A seguito della fortunata iniziativa dell’autunno 2015, torna anche quest’anno l’appuntamento con “Il testo si fa suono”, con un workshop di formazione corale sul canto gregoriano.

Il seminario si terrà domenica 6 novembre prossimo, dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, presso l’ex monastero di San Benedetto in Polirone, a San Benedetto Po (MN), con il patrocinio del Comune, della Parrocchia, della Scuola di Musica, di U.S.C.I. Lombardia e della sezione di Mantova; ente promotore sarà il Coro Polifonico Polironiano.

A tenere la lezione, che verterà sul repertorio proprio dell’Epifania, sarà il m° Fulvio Rampi, già docente di numerosi workshop presso l’Accademia, dei Corsi estivi e della Scuola di Canto Gregoriano. I corsisti, guidati dalla schola gregoriana “Matilde di Canossa”, potranno lavorare sulla semiologia, sulla prassi esecutiva e sulle peculiarità esegetiche del repertorio proprio di tale Solennità.

La quota di iscrizione è di 15€ per l’intera giornata di studio. Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni è possibile rivolgersi alla Segreteria dell’Accademia via mail all’indirizzo accademiacoraleteleion@gmail.com o telefonicamente al numero 370-3153785 (lun-ven, 18-20).

Link all’edizione 2015 di “Il testo si fa suono”

L’Accademia a “Di Cori un altro Po”

“Una passione comune, un territorio comune, una sola voce: questo in sintesi è il presupposto della prima edizione del Festival Di Cori un altro Po“. Queste le parole del presidente di A.E.R.CO. (Associazione Emiliano Romagnola COri), Andrea Angelini, che, insieme ad U.S.C.I. Lombardia (Unione Società Corali Italiane), ha presentato la nuova iniziativa che vedrà protagonisti cori delle province bagnate dal fiume Po. Essi si esibiranno, secondo un calendario tutto autunnale, in location straordinarie, ricche di storia e di sapori antichi e nuovi, come antiche logge, palazzi, cappelle, santuari, teatri…

Due sono i cori scelti per rappresentare ogni provincia coinvolta e, come Accademia Corale “Teleion”, siamo onorati di essere stati selezionati in rappresentanza del territorio Mantovano con il coro polifonico da camera “Gamma Chorus” e con la schola gregoriana “Matilde di Canossa”, entrambi diretti dal m° Luca Buzzavi. L’appuntamento che ci vedrà protagonisti è quello di sabato 24 settembre, alle ore 21, presso la Cappella Ducale di San Liborio in Colordi_cori_colornono (PR); in tale occasione proporremo un programma dedicato al tema del fiume in un percorso che partirà dal canto gregoriano, attraverserà la polifonia sacra di Palestrina e gli scherzi profani di Banchieri, per arrivare a brani di Martini e Buzzavi.
Il “Gamma Chorus” avrdi_cori_revereà però anche l’onore di introdurre l’intera rassegna, inaugurando con un brano il primo concerto in assoluto, quello di sabato 17 settembre, alle ore 21, presso il Palazzo Ducale di Revere (MN).

Non vi resta che consultare il libretto del festival e segnarvi in agenda tutti questi imperdibili appuntamenti: vi aspettiamo!

Qui il reportage fotografico dell’evento

La schola Matilde di Canossa per il millenario di San Simeone

Domenica 24 luglio, alle ore 11, presso la basilica polironiana di San Benedetto Po (MN) si celebrerà la S. Messa solenne nel millenario della morte di San Simeone. La schola gregoriana “Matilde di Canossa”, diretta dal m° Luca Buzzavi, parteciperà al canto della liturgia, insieme al Coro Polifonico Polironiano, diretto dal m° Davide Nigrelli.

13728989_10206632926330903_3319712116221630227_n

La schola eseguirà impegnativi brani del repertorio gregoriano ma a caratterizzare fortemente questa celebrazione sarà l’esecuzione, a cori alterni, dell’ordinario dalla Messa di San Simeone in canto fratto, nelle due trascrizioni di Luca Buzzavi e don Lino Azzoni, il quale suonerà anche il monumentale organo della Basilica. Il manoscritto, di epoca settecentesca, è stato riportato alla luce lo scorso anno e per la prima volta è tornato a risuonare all’interno della basilica per la quale era stato composto, grazie alla schola Matilde di Canossa.

13781794_10206632927250926_6040488974190584635_n

In questa importante ricorrenza, il millenario dalla morte di San Simeone appunto, ancora maggior rilievo sarà dato a questa musica, grazie all’esecuzione da parte di un doppio coro, con la ricchezza aggiunta dalla duplice trascrizione utilizzata.

                 Alcune notizie agiografiche su San Simeone da Polirone
Sulla sua vita si hanno poche notizie, tuttavia esiste una “Vita” scritta da un monaco di Polirone, ma non contemporaneo, il quale raccolse1510_2s010_1510_1 le notizie della tradizione popolare e, come spesso accade, aggiungendovi qualche nota di fantasia. Secondo questo racconto Simeone era un armeno, che lasciata la sua patria, si ritirò per un certo tempo in solitudine come eremita. Poi prese a peregrinare a piedi verso i più famosi santuari del Medioevo; si recò a Gerusalemme, poi a Roma dove venne accusato di eresia, ma il papa Benedetto VII (974-983) lo giustificò. Visitò l’Italia, Compo13710044_10206632939611235_4651735666467346071_nstela, Tours, impresa considerevole per quei tempi, finché si fermò al monastero di S. Benedetto di Polirone, nel territorio di Mantova, dove compì alcuni miracoli. Visse nel monastero procurandosi una fama di santità e di virtù e vi morì il 26 luglio 1016.

Il Gamma Chorus al Memoria Festival

logoNella prima edizione del Memoria Festival, in programma dal 9 al 12 giugno 2016 a Mirandola (Modena) e promosso dal Consorzio per il Festival della Memoria in collaborazione con Giulio Einaudi editore, si rifletterà sulle infinite sfaccettature della memoria attraverso decine di incontri, conferenze, tavole rotonde, concerti, spettacoli, proiezioni, workshop, laboratori, mostre, giochi, organizzati in dieci cerchi tematici, ciascuno dedicato a un aspetto, un’interpretazione, una suggestione scaturita dalla memoria.

Il Gamma Chorus della Accademia Corale Teleion, diretto da Luca Buzzavi, sarà protagonista del Festival, partecipando, domenica 12 giugno alle ore 22 in Piazza Conciliazione a Mirandola (davanti al duomo), all’evento conclusivo: la Memoria segreta de “La buona novella” (qui il link alla pagina dedicata sul sito del festival). Nel 1970, infatti, Fabrizio De André pubblicò qualcosa di assolutamente inedito per il mercato musicale italiano e mondiale: La buona novella, un concept album ispirato alla lettura dei vangeli apocrifi. Quella narrazione, insieme rivo1109_labuonanovella_int2luzionaria e poetica, in mirabile equilibrio tra testimonianza e leggenda, rinasce in una nuova versione per banda, due voci e coro, ideata da David Riondino. Insieme al Gamma Chorus, sarà sul palco la banda giovanile “John Lennon” della Scuola di Musica C. e G. Andreoli, diretta da Mirco Besutti.

Un evento imperdibile, come imperdibile è lo stesso Memoria Festival, per tutti coloro che hanno a cuore la rinascita di questa città nel segno della cultura e della memoria del passato, per proiettarsi verso il futuro.

memoria-700x325www.memoriafestival.it

L’Accademia per l’inaugurazione del Montesanti-Tonoli

Lunedì 16 maggio presso la chiesa parrocchiale di Poggio Rusco (MN), il coro da camera “Gamma Chorus” e la schola gregoriana “Matilde di Canossa” parteciperanno al concerto conclusivo degli eventi di inaugurazione del restauro dell’organo.

inaugurazione_organo_poggio_fotoDopo i danni del sisma del maggio 2012, il Montesanti-Tonoli torna a suonare nella chiesa parrocchiale dopo un costoso e meticoloso restauro. E per festeggiare il lieto annuncio, è stata programmata una serie di eventi e concerti organizzati con il conservatorio “L. Campiani” di Mantova che ha messo a disposizione alcuni dei suoi migliori studenti per festeggiare il pieno recupero dello strumento, costruito tra il 1797 e il 1799.

concerti_inaugurazione_organo_poggio Insieme all’organista Istvan Batori, le due formazioni, dirette da Luca Buzzavi, eseguiranno un repertorio a cappella che spazia dagli impegnativi “Ave Maria” e “Christus factus est” gregoriani (salmista Eleonora Barelli) fino alle composizioni polifoniche di Duruflé, Sisask e Buzzavi.

Al termine offriranno al pubblico il “Pro Papa” di Liszt con il “Tu es Petrus” per coro maschile ed organo ed il “Dominus conservet eum” per coro misto ed organo.

inaugurazione_organo_poggioda “La Gazzetta di Mantova” del 13/4/16

Qui il reportage fotografico dell’evento

Mater Domini: un concerto mariano nel cuore di Mantova

mater_domini_manifestoDomenica 10 aprile 2016, alle ore 17, la chiesa dei Santi Simone e Giuda in Mantova sarà la splendida cornice per il concerto “Mater Domini”, organizzato dalla Accademia Corale “Teleion”.

Con il patrocinio della Diocesi, della Caritas e del Conservatorio mantovani, di U.S.C.I. Mantova e Lombardia, si esibiranno il coro da camera “Gamma Chorus” e la schola gregoriana “Matilde di Canossa”,  le due formazioni corali dell’Accademia con sede a Poggio Rusco. Circa venticinque cantori, diretti dal m° Luca Buzzavi, allievo della classe di Composizione corale e Direzione di coro presso il Campiani, presenteranno al pubblico un repertorio di impronta specificatamente mariana che percorrerà oltre un millennio di musica.

Come avvenne storicamente, il concerto vedrà il suo inizio con l’esecuzione di impegnativi brani di canto gregoriano, che vedranno i versetti virtuosistici eseguiti da Eleonora Barelli (salmista). Il coro da camera raccoglierà gli spunti modali proposti dalla schola gregoriana ed eseguirà una selezione dai Mottetti su tema gregoriano di Maurice Duruflé, proseguendo con un incalzante brano del compositore estone vivente Urmas Sisask per tornare poi “a casa” con l’esecuzione in première del “Probasti Domine”, dedicato al Gamma Chorus dal direttore e compositore Luca Buzzavi.

Il culmine del concerto risiederà nell’esecuzione, da parte del Gamma Chorus e dell’ensemble strumentale “Teleion”, costituito da brillanti musicisti del panorama orchestrale, del Credo RV591 e del Magnificat RV610 vivaldiani. Entrambi eseguiti dall’orchestra a parti reali, nel Magnificat interverranno come solisti Diana Corradini (soprano), Anna Harutunian (mezzosoprano) e Michele Gaddi (baritono).

Il concerto è inserito all’interno della rassegna promossa da U.S.C.I. Mantova per Mantova Capitale della Cultura 2016, incentrata sulla musica ebraica: sarà infatti eseguita anche una rivisitazione del canto tradizionale degli ebrei sefarditi “Durme”, “un’esperienza sonora”, come l’ha definita Buzzavi, autore della trascrizione, che invitiamo il pubblico a non lasciarsi sfuggire.

A questo link è possibile scaricare il programma di sala del concerto.

Articolo Gazzetta Mater Dominida “La Gazzetta di Mantova” del 10/4/16

Qui tutte le foto e i video del concerto.

III Corso estivo di Canto Gregoriano

Dopo il consolidato successo delle edizioni 2014 e 2015, la Accademia Corale “Teleion”, in collaborazione con i Cantori Gregoriani e i frati del Santuario della B.V. della Comuna in Ostiglia (MN), organizza il III Corso estivo di Canto Gregoriano con la presenza dei docenti m° Fulvio Rampi, m° Angelo Corno e p. Giacomo Frigo O.S.B.

Il Corso si terrà nei giorni di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 luglio 2016 presso il Santuario della Comuna e sarà articolato su due livelli distinti: Livello Base, un’ introduzione alla Semiologia gregoriana (m° Angelo Corno) e Livello Superiore, in cui verrà affrontato il tema del Canto Gregoriano dell’Ufficio Divino (p. Giacomo Frigo O.S.B.).

Le giornate del Corso estivo alterneranno i momenti delle lezioni frontali teoriche a livelli distinti, delle esercitazioni corali a cura del m° Fulvio Rampi ed il Corso si concluderà con l’intervento della Schola degli allievi durante la celebrazione eucaristica di domenica 10 luglio.

Il Corso ha come obiettivo principale quello di diffondere il Canto Gregoriano nella sua dirompente potenza espressiva ed esegetica: un’operazione che non vuole essere solamente rievocativa di una cultura lontana dalla esperienza quotidiana, ma di attualizzazione e  di concreta contestualizzazione del patrimonio musicale che la Chiesa Cattolica Romana ci ha consegnato attraverso i secoli.

Tutti i dettagli del Corso, il repertorio delle esercitazioni e le modalità di iscrizione sono disponibili nella brochure al link seguente: brochure Corso estivo 2016 (TERMINE PER LA RICEZIONE DELLE ISCRIZIONI PROROGATO AL 30/06/16).

Novità: l’iscrizione al Corso estivo da quest’anno sarà ancora più semplice: a questo link potrete trovare il form da completare.

Le convenzioni per hotel e ristoranti sono consultabili al seguente link: convenzioni hotel e ristoranti Corso estivo 2016.

L’Accademia rimane a disposizione per ogni chiarimento ed ulteriore informazione all’indirizzo mail accademiacoraleteleion@gmail.com o al 370-3153785 (lun-ven, 18-20).

Foto del corso
Video della Santa Messa conclusiva

Link alle edizioni precedenti:
I Corso estivo di Canto Gregoriano 2014
II Corso estivo di Canto Gregoriano 2015

A Carnevale ogni canto vale

Oggi siam davvero contenti
di presentarvi due grandi eventi
che renderanno molto speciale
un buffo ed allegro Carnevale.

A Poggio Rusco noi abitiamo
(in provincia di Mantova in coro cantiamo)
e la nostra Accademia cos’ha pensato?
“il Carnasciale Podiense va festeggiato!”.

E così ci siamo messi al lavoro
per creare qualcosa che desse onore e decoro
ad una tradizione di sana goliardia
che ai poggesi non si può certo portar via!

Per il Giovedì Grasso siete tutti invitati,
e così il 4 febbraio alle 21 sarete convocati
ad una commedia dai toni frizzanti
a cui dovete davvero partecipare in tanti!


VOLANTINO_carnevaleInfatti il Gamma Chorus si esibirà,
con madrigali e danze vi allieterà
proponendo composizioni di grandi del passato
che certo sapevano come deliziare il palato.

Ed anche due musicisti, esecutori eccellenti,
suoneranno per tutti voi i loro strumenti:
Michele Gaddi al continuo e Gaetano Dolce con violino e percussioni,
diretti da Luca Buzzavi daranno vita a deliziosi suoni.

Non mancherà poi la partecipazione
di voci recitanti che condurranno la narrazione:
Chiara Benazzi, Adriano Garosi e Michele Caldora,
siamo certi che tutti voi di ascoltarli non vedete l’ora!

Ma allora qual è la novità?
Questo concerto per cosa si distinguerà?

Innanzitutto al termine si potrà mangiare,
le prelibatezze del Carnevale siete tutti invitati a degustare.
Poi, due sono gli istituti con cui abbiamo lavorato di buona lena,
il Greggiati di Ostiglia per la grafica e il Munari di Castelmassa per l’allestimento della scena.

Inoltre, ridendo e scherzando, non ci dimentichiamo della solidarietà
e infatti l’offerta libera all’ingresso “Il Ponte” e la “Caritas” aiuterà.
Ma poi c’è un altro tratto distintivo
perché questo spettacolo sarà introdotto in modo innovativo:

infatti per giovedì 21 gennaio alle ore 21
ci sarà un evento a cui non può mancare nessuno!
Si svolgerà sempre in Teatro la presentazione
del Carnasciale Podiense con magnificenza ed esaltazione.presentazione_carnasciale_podienseIl nuovo “Immaginario” verrà illustrato
ma ora di più, ci hanno detto, non può essere svelato.
Anche il Gamma Chorus sarà ospite di questa serata
in cui l’atmosfera del concerto potrà essere pregustata.

Ma l’intervento di maggior rilievo musicale
sarà quello di un grande maestro di fama internazionale:
Giorgio Mazzucato parlerà al pubblico attento
di goliardia e tradizione nella musica del rinascimento.

Insomma, un concerto e la sua presentazione,
con scherzi, motteggi e la collaborazione di tante persone:
due occasioni a cui è vietato mancare
perché a Carnevale ogni canto vale!

Articolo presentazione Gazzetta “La Gazzetta di Mantova” (19/01/16)

Articolo presentazione Gazzetta 210116“La Gazzetta di Mantova” (21/01/16)

Articolo concerto Gazzetta“La Gazzetta di Mantova” (04/02/16)

Il programma di sala del concerto è scaricabile cliccando qui. Alcuni scatti dalla prova generale di martedì 2 febbraio li trovate a questo link.